Home Eventi Mostra personale - Pantelleria 2014 Vernissage

Mostra personale "Elogio dell'Imperfezione. La complessità della semplicità" - Sala conferenze del Castello Barbacane, Pantelleria

dal 9 Agosto al 5 Settembre 2014 - tutti i giorni dalle ore 18.00 alle ore 24.00

Mostra Personale PantelleriaMostra Personale Pantelleria



L'artista marsalese, Giovanna Lentini, è sbarcata con le sue opere a Pantelleria. E' presente al Castello Barbacane fino a al 5 settembre con una mostra personale dal titolo: "Elogio dell’imperfezione. La complessità della semplicità", che si potrà visitare tutti i giorni dalle ore 18.00 alle 23.30.

La mostra è curata dallo studio Itinera Lab di Marsala e grazie agli accorgimenti dell'architetto Giovanni Nuzzo ogni tela ha trovato, tra le possenti mura del castello medioevale, un proprio spazio nel quale aprirsi a letture cariche di emozioni. Speciali proiettori a led creano effetti di luci ed ombre che esaltano la tecnica dell'artista. Molte tele appaiono come sospese nel vuoto, vibranti nello spazio, libere dalla rigità di un telaio, per mostrare così i due lati dell'opera: l'intreccio ordinato del racconto da una parte e l'imperfezione dei nodi e dei passaggi del filo dall'altra. Quasi un Giano bifronte che guarda al futuro e al passato contemporaneamente.

L'artista, Giovanna Lentini, si esprime su tele, preferibilmente di grandi dimensione, alla ricerca di uno spazio che accolga tutta la propria voglia di raccontarsi e di raccontare. Utilizza spesso materiale di recupero, dalle diverse sagome, assemblato poi con pennellate di luce.

Frammenti di racconti, imprigionati nelle tele da intrecci di fili che le attraversano, si alternano lungo un percorso che conduce nel profondo dell'anima, richiamando antiche e lontane tessiture pronte a riemergere a nuova vita.

Piccoli tasselli di stoffe recuperati nel cassetto della memoria, carichi di emozioni e di storie, vengono cuciti in un abbraccio purificatorio con altri tasselli privi di tempo e di tracce, sui quali il visitatore vede riflesse le proprie emozioni. Ed ecco allora che il racconto varca la trama del fitto intreccio per librarsi in volo come un gabbiano sulle onde del mare.

I fili intrecciati sulle bianche tele racchiudono radici di un'esistenza ancorata, e a volte imprigionata, in rassicuranti certezze, costruiscono un'ordinata geometria di maglie che improvvisamente si aprono per dare spazio a sogni che osano verso l'ignoto.

Un raggio di luce gialla attraversa una tela unendo il nuovo all'antico: moderno filo di Arianna che ritrova la linfa vitale abbeverandosi a ciò che è stato e volgendo lo sguardo a ciò che ancora deve venire.

"Senza radici non si vola": un messaggio che l'artista ha saputo ben fissare nelle sue opere.

Giovanna Cornado Ferlucci


Pantelleria News N° 14294/2014 - www.pantelleria.com



Una narrazione cromatica inedita

LA GRAFIA MATERICA DI GIOVANNA LENTINI

Olio di tela è sinonimo di quadro dipinto con una composizione costretta da una superficie piana con definito perimetro.

Con tela su tela Giovanna Lentini supera il livello grafico tradizionale con l'aggiunta, nella sua composizione dai contorni aperti, una propria particolare grafica materica di calibrata intensità tridimensionale.

Il gioco della contaminazione tra disegno, tessitura e cucitura è il mezzo complesso per una narrazione cromatica inedita di complesse semplicità come la stessa artista definisce i propri lavori.

I fili delle cuciture sono frasi misteriose in un racconto aperto di controllata imperfezione che coinvolge l'osservatore.

Nelle grandi tela su tela la base tessile, spesso monocroma, riserva, supporta ed assimila continue immissioni tattili di colori e porzioni di forme per raggiungere in composizioni complesse una proposta di apertura a nuovi apporti e a nuove aperture. E proprio una particolare e attenta lettura meritano tutte le formelle perfettamente quadrate (40 x 40) ed in particolare quando bianco su bianco si creano tenui ombre continue di nuove dimensioni al variare delle luci.

E' proprio con la luce che Giovanna ha voluto affrontare con decisione e con un proprio allestimento le carenze illuminotecniche dell'ambiente contenitore.

La carica creativa della Lentini è destinata a proseguire con determinazione in una continua ricerca sicuramente destinata a proporre (o produrre) in diverse forme nuovi percorsi e interessanti racconti.

La mostra, accompagnata da un catalogo ben strutturato, è aperta al Castello di Pantelleria sino al 4 settembre 2014.

Alberto Bolzani - Storico dell'arte


Pantelleria News N° 14418/2014 - www.pantelleria.com